In evidenza

  • condividi
  • |
  • |

15 marzo 2019

Convenzione tra i musei livornesi e CTT Nord

È stata presentata alla stampa oggi, venerdì 15 marzo, nella “zona Lanterna” del polo culturale Bottini dell’Olio di Livorno, la nuova convenzione fra l’azienda del trasporto pubblico CTT Nord e il Comune di Livorno, con la quale vengono riconosciute ai titolari di abbonamento bus, attivo nei territori di Pisa (CPT SCARL), Lucca (VAIBUS SCARL), Livorno e Massa Carrara, e Pegaso riduzioni sul biglietto d’ingresso al Museo Fattori e al Museo della Città.
Alla presentazione ai Bottini dell’Olio, sede del Museo della Città – Luogo Pio Arte Contemporanea, erano presenti l’assessore alla cultura del Comune di Livorno, Francesco Belais, e il Vice Presidente di CTT Nord, Maurizio Paponi.
L’iniziativa si è svolta in concomitanza con una visita al Museo della Città da parte dei ragazzi di due delle 30 classi vincitrici del concorso CTT “Pensiero di Natale 2018” (IIA e IIB delle scuole D’Azeglio).
Maurizio Paponi, ha dichiarato: “CTT Nord ancora una volta è lieta di offrire il proprio contributo a questa ennesima ottima iniziativa realizzata nel solco dello sviluppo, dell’implementazione e della conoscenza del nostro immenso patrimonio artistico e culturale. Ci auguriamo che questo accordo sottoscritto con il Comune di Livorno, del quale orgogliosamente ci siamo resi partecipi, possa far scoprire (o riscoprire per tutti coloro che già lo abbiano apprezzato) a tutti i nostri abbonati al servizio pubblico, i tesori, troppo spesso ignorati, che arricchiscono le nostre città ed in particolare modo Livorno. Questa iniziativa contribuirà a far sì che il Museo Civico di Livorno, intestato a Giovanni Fattori, uno dei nostri artisti più illustri, ed il Museo della Città, possano divenire concretamente punto di incontro culturale e meta per tutte le generazioni, soprattutto per i più giovani”.
L’assessore Francesco Belais ha sottolineato l’importanza di questi accordi volti a far conoscere a un più vasto pubblico le ricche, interessanti e prestigiose collezioni dei musei civici livornesi. Sia il Museo Fattori, dove è possibile ammirare l’importantissima collezione di pittori Macchiaioli, sia il Museo della Città, che ripercorre la storia di Livorno dalle origini ad oggi.
Nel ricordare che la visita ai musei livornesi è gratuita per i giovani sotto i 18 anni – ha detto Belais - colgo l’occasione per invitare tutti i toscani per l’ultimo week end di apertura della mostra di Letizia Battaglia, una delle figure più importanti della fotografia contemporanea. In esposizione cinquanta fotografie in bianco e nero: pagine di cronaca diventate documenti storici che raccontano il volto dell’Italia in trasformazione. La mostra è promossa dalla Fondazione Carlo Laviosa e realizzata in collaborazione con il Comune di Livorno”.
ll Museo Fattori di Villa Mimbelli, aperto dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00 (chiuso il lunedì), vanta una collezione permanente di dipinti che vanno dalla metà dell’800 agli anni ’40 del ’900, con nuclei importanti di artisti livornesi come Fattori, Corcos, Nomellini, Cappiello, e alcune opere di artisti toscani e italiani, quali Lega, Signorini, Boldini.
Gli adiacenti locali de I Granai sono utilizzati per mostre temporanee; attualmente ospitano la mostra Letizia Battaglia: Fotografie.
Il Museo della Città – Luogo Pio Arte Contemporanea nello storico quartiere della Venezia, è aperto in orario continuato dalle ore 10.00 alle 19.00 (chiuso il lunedì). La struttura è articolata in due specifiche sezioni: sezione delle collezioni cittadine e sezione arte contemporanea. La prima, situata nell’antico edificio dei Bottini dell’Olio, è dedicata appunto alle collezioni cittadine, attraverso le quali si racconta l’evoluzione storica e culturale di Livorno, dalle sue origini fino all'epoca attuale. Un ampio percorso espositivo che si snoda attraverso opere d’arte, fotografie, cimeli e reperti archeologici selezionati dalla collezioni civiche, ma anche messe a disposizione da altri soggetti pubblici e privati. La seconda sezione, Luogo Pio Arte Contemporanea, raccoglie ed espone, negli interni barocchi della chiesa sconsacrata di piazza del Luogo Pio (a fianco dei Bottini dell’Olio e con questi collegata) una selezione di opere d’arte contemporanea, provenienti dall’ex Museo di Arte Progressiva di Villa Maria. Tra le opere in mostra: il Grande Rettile di Pino Pascali e le opere di altri nomi importanti del Novecento tra i quali Melotti, Manzoni, Castellani, Nigro, Tancredi, Parmeggiani, Trafeli, Uncini, Vedova, Baruchello.